Logo Circuiterie
Venerdì 4 e Sabato 5 Maggio 2018
Nuovo Cinema Palazzo
Piazza dei Sanniti 9/a – Roma

Circuiterie e Nuovo Cinema Palazzo presentano:

CIRCUITAZIONI
    F  E  S  T   I  V   A  L


Venerdì 4
//////////////////////

Valerio Mattioli presenta il libro di John Higgs “Complotto”

Adi Newton “TAGC” (The Anti Group / Clock DVA)

Alvin Curran

Prima e dopo le performance: selezioni musicali di DJ Marvin

Sabato 5
//////////////////////

Roots Magic

Blaine L. Reininger (Tuxedomoon)

Special Guest DJ: Luca Collepiccolo

Entrambi i giorni dalle 18 alle 24;
installazioni, performance e azioni sonore di

Marcello Liberato Luana Lunetta Alex Mendizabal
  • presentazioni di libri, incontri con autori e editori
  • resta a cena con noi (dalle 20.00)
  • ingresso concerti (dalle 21,30): 7 euro un giorno.

//////////////////////

Acquistando il carnet valido per il 4/5 Maggio 2018 di Circuitazioni Festival
risparmi 4 euro!

Carnet acquistabile solo online fino al 30 aprile 2018.


10 EUR


//////////////////////

Circuitazion
i è un festival di due giorni con cui il Collettivo Circuiterie ribatte sui propri principi fondanti: proposte culturali che confondano le categorie di alto e basso, colto ed extra-colto, accademico e D.I.Y., purché vi si scorga la scintilla dell’autentica ricerca e dell’originalità.Adi Newton è un pioniere della musica sperimentale britannica. The Anti-Group Communications, in parallelo al suo gruppo più noto (Clock DVA), è terreno di ricerca multimediale a organico variabile che integrando musica, video ed elementi testuali va alla radice della percezione, con una consapevolezza sulle implicazioni filosofiche della tecnologia e della prassi di produzione sonora che distacca Newton da buona parte dei suoi colleghi.Con lo scrittore e critico musicale Valerio Mattioli parleremo del libro di John Higgs “Complotto!”, edito in Italia da Nero ( “miglior libro di musica degli ultimi 10 anni” per The Quietus) che prova a far luce sulla singolare vicenda dei KLF, gruppo che tra Magia del Caos, istanze anarco–libertarie e gesti radicali si mosse in un humus (contro)culturale non distante da quello di Newton. Alvin Curran è un compositore e docente americano di casa a Roma dalla fine degli anni ’60, “ponte umano” tra le tendenze della musica contemporanea statunitensi e quelle europee. Fondatore dell’imprescindibile MEV (Musica Elettronica Viva) con Rzewski, Bryant, Teitelbaum, frequentò contemporaneamente personaggi vicini al Fluxus e al neo-dada come Giuseppe Chiari, e originali assoluti come Giacinto Scelsi. La sua musica è una sintesi molto personale di minimalismo, elettronica, suoni dal quotidiano, improvvisazione. Roots Magic (Errico De Fabritiis, Alberto Popolla, Gianfranco Tedeschi, Fabrizio Spera) è oggi una formazione di punta della scena avant jazz romana e nazionale, che attinge alle radici della musica afroamericana (blues e folk) e getta un ponte tra queste e il recupero e la ricontestualizzazione delle stesse operato dai tardi anni 60 dai compositori più avanzati del dopo-free. Blaine L. Reininger, è un polistrumentista brillante (suona chitarre, violino, tastiere e molto altro) e un vocalist che a suo modo ha segnato l’immaginario new wave. Fondatore dei Tuxedomoon, gruppo multimediale americano che mosse i primi passi a San Francisco, dove operavano i Residents e altri provocatori ai confini di generi e stili, per poi espatriare in Belgio e infine disperdersi, salvo periodiche reunion, tra Messico e Mediterraneo, presenta dal vivo il nuovo CD The Blue Sleep (Les Disques du Crépuscule).In entrambi i giorni del festival saranno attive le installazioni di Luana Lunetta (Resound, installazione sonora interattiva che consente di “risuonare” il quartiere di San Lorenzo attraverso il movimento delle mani su sensori ad infrarossi, in un viaggio intimo tanto individuale quanto sociale a partire dalla rielaborazione di sonorità del secolo scorso e dalla loro fusione con sonorità più contemporanee) Marcello Liberato (Lo Sgocciolatoio, parte di un progetto di microteatro e “concerto per gocce d’acqua”, che percolando e raccogliendosi fanno le veci di un’orchestra di percussioni, dal forte impatto tanto acustico quanto visivo) e Alex Mendizabal (Decrementi Frequenziali – Film Iridescente Tensioattivo, scultura in movimento di bolle di materiale surfattante, in cui le frequenze prodotte sono “inascoltabili”, ma non per questo impercettibili – chi ha qualche cognizione di Fisica avrà intuito che si tratta della poetica e sapiente reinvenzione artistica di un passatempo legato all’innocenza infantile, ma non vi rovineremo la sorpresa). 

The Anti-Group Communications is a project directed by Adi Newton (perhaps with more “radical” connotations than his other band, Clock DVA) which had different collaborators through the years. The primary concern of TAGC is the systematic research and development and documentation and the ,expansion of the connections and concepts that are explored and experimented within the fabric of sound, and its theoretical possibilities and its advancement. Music journalist, essayist and writer Valerio Mattioli will talk about the italian edition of “The KLF – Chaos, Magic and the Band who burned a Million Pounds” by John Higgs. Best music book in ten years according to The Quietus, this very well written “biography” of the band KLF is also a compendium of some of the most radical, utopian movements of the last four decades. American composer Alvin Curran is based in Rome since the late 60s and has been some kind of living “point of intersection” between the european and american ways to contemporary music ever since. Founding member of the seminal MEV Ensemble, he would later be in touch (and equally at ease) with some Fluxus/neoDada orientated figures like Giuseppe Chiari and with absolute originals like Giacinto Scelsi. His music is a very personal synthesis of minimalism, electronics, “found sounds” from daily life, and improvisation. Roots Magic (Errico De Fabritiis and Alberto Popolla, reeds; Gianfranco Tedeschi, double bass; Fabrizio Spera, drums) are currently one of the most relevant avant-jazz bands in Italy. Their music draws into the roots of the afroamerican music (folk and blues) and filters it through the modern approach of the post-free composers. Colorado-born Blaine L. Reininger, brilliant multi-instrumentalists (he plays violin, guitars, keyboards and much more) is also a vocalist whose timbre has left a mark, in his own way, into the new wave. A founding member of the multimedia band Tuxedomoon, which started in San Francisco (where the Residents and other highly creative and provocative ensembles operated) and then relocated in Europe, Blaine wll present his new solo studio CD The Blue Sleep (released in march for Les Disques du Crépuscule). On both days there will be installations, performances and actions by sound artists Luana Lunetta, Marcello Liberato, Alex Mendizabal.

ADI NEWTON: https://adinewtondotnet.wordpress.com/about/
ALVIN CURRAN:http://www.alvincurran.com/
ROOTS MAGIC:http://www.giornaledellamusica.it/articoli/le-radici-e-la-storia-roots-magic
BLAINE L. REININGER:http://mundoblaineo.org/
LUANA LUNETTA: https://www.youtube.com/playlist?list=PL0ojb4e8g0twf-R99tzmohzUx21_mxg_u
MARCELLO LIBERATO:http://www.propostesonore.org/Liberato-IT.html
ALEX MENDIZABAL:http://www.propostesonore.org/MENDIZABAL2-IT.html


alvin curran

Alvin Curran

adi newton
Adi Newton “TAGC” (The Anti Group / Clock DVA)

blaine raininger
Blaine L. Reininger (Tuxedomoon)

roots magic
Roots Magic






Collabora con noi


BOOKING
Roster...
Salva
logofooter
CIRCUITERIE
Collettivo artistico
multidisciplinare

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
00176 - Roma

social1 social2 social3
social4 social5 social6

Newsletter