Logo Circuiterie
Venerdì 3 e Sabato 4 Maggio 2019
Nuovo Cinema Palazzo
Piazza dei Sanniti 9/a – Roma

Circuiterie e Nuovo Cinema Palazzo presentano:

CIRCUITAZIONI
    F  E  S  T   I  V   A  L


Venerdì 3 Maggio
/////////////////////////////

Dellust [performance, installazione sonora]
Gianni Trovalusci [live]
Primitive Field [live]
Bob Ostertag [live]
Special guest DJ: Luca Collepiccolo

Prima dei concerti tavola rotonda con le label:
>Marco Contini (Kappabit/Folderol)
>Alessandro Tedeschi (Glacial Movements)
>Antonio Serra (Pseudomagica)
>Riccardo Ancona (Mossa)

Sabato 4 Maggio
/////////////////////////////


Cris X [sound] / Julie Costa [video]
Olbos [live a/v]
Thomas Köner [live a/v]
Special Guest DJ: Økapi


Entrambi i giorni dalle 19:30 alle 24:
  • ingresso concerti (dalle 21,30): 7 euro un giorno
  • resta a cena con noi (dalle 20.00)

E' possibile acquistare un carnet valido per entrambe le serate di Circuitazioni Festival del 3 e 4 Maggio 2019 al prezzo ridotto di 10€, per maggiori informazioni This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

/////////////////////////////

Circuitazioni,
il festival del collettivo multidisciplinare Circuiterie giunge alla seconda edizione: un festival di due giorni con cui il Collettivo Circuiterie ribatte sui propri principi fondanti: proposte culturali che confondano le categorie di alto e basso, colto ed extra-colto, accademico e D.I.Y., purché vi si scorga la scintilla dell’autentica ricerca e dell’originalità.

Bob Ostertag è un compositore, improvvisatore, performer, costruttore di strumenti, giornalista, attivista politico e istruttore di kayak. Cresciuto in Colorado, Bob Ostertag ha studiato al Conservatorio di Oberlin. Nel 1976 fonda l’ensemble di improvvisazione Fall Mountain con Ned Rothenberg ai fiati e Jim Katzin al violino. La varietà dei suoi collaboratori include il Kronos Quartet, John Zorn, Mike Patton, Anthony Braxton, Roscoe Mitchell, Phil Minton, Shelley Hirsch, Joey Baron, Otomo Yoshihide, Eugene Chadbourne, Lynn Breedlove e Justin Bond, Pierre Hébert ed altri. Secondo una non comune conseguenzialità, l’improvviso successo lo conduce a un maggiore coinvolgimento nella politica, in particolare nelle turbolente rivoluzioni e controrivoluzioni del Sud America degli anni ’80: sull’onda del clima politico dell’epoca, Ostertag pubblica Voice of America. Diventando sempre più coinvolto nella politica, e sempre più insoddisfatto dell’industria musicale, Ostertag si trasferisce a El Salvador nel 1982 e per quasi sette anni abbandona la musica. Le sue esperienze in El Salvador sono state successivamente sintetizzate nel suo splendido lavoro per field recordings ed elettronica Sooner or Later. Nel 2007 Ostertag pubblica w00t, il suo primo lavoro disponibile solo in download, un’opera composta da frammenti di musica per videogames. Torna alla synthesizer music in una serie di release, tra cui Motormouth: ‘Bob Ostertag plays the Buchla 200e’ (2011), ‘Bob Ostertag plays the Aalto’ (2013), e ‘Bob Ostertag plays the Serge’, pubblicato nel 2014, ma contenente musica registrata tra il 1978 e il 1983. Nel marzo 2006 Ostertag ha reso tutte le incisioni delle quali possiede i diritti, disponibili in free download sotto licenza Creative Commons. E’ attualmente Professore di Studi Tecnoculturali e Musicali in California. Nella serata del 3 maggio Bob Ostertag suonera' una composizione elettronica.

Thomas Köner ha studiato alla Musikhochschule di Dortmund e al CEM Studio di Arnhem. Lavora nell‘ambito delle arti audiovisive,dell’installazione e della produzione musicale, eccellendo in tutte le aree della sua attività artistica, e ricevendo premi come il Golden Nica Prix Ars Electronica(Linz), il Transmediale Award (Berlin), il miglior giovane artista a ARCO (Madrid). Ha creato musica per film muti per l’Auditorium del Musée du Louvre, il Musée d’Orsay, il Centre Pompidou, e il Museo d'arte contemporanea di Montréal. Ha creato opere radiofoniche per la Radio nazionale in Germania e Francia (Deutschlandradio Kultur, WDR Studio Akustische Kunst, SWR, Radio France). Köner ha prodotto diversi dischi solisti su etichette prestigiose fra le quali Mille Plateaux, Touch, Denovali: Nunatak Gongamur (1991), Teimo (1992) e Permafrost (1993), passando per Kaamos (1998), Daikan (2002), fino ai suoi più recenti Novaya Zemlya (2012), Tiento de las nieves (2014). Ha collaborato con Asmus Tietchens, Techno Animal,  E.A.R., Max Eastley, Ulrich Krieger e con i filmmaker Jürgen Reble e Yann Beauvais. E’ inoltre attivo nel progetto Porter Ricks, un duo di musica minimal techno (in collaborazione con Andy Mellwig) e ha prodotto gli album Biokinetics (Chain Reaction, 1996), Porter Ricks (Mille Plateaux, 1997) ed il più recente Anguilla Electrica (Tresor, 2017). Nella serata del 4 maggio presentera’ una composizione elettronica ambient drone ed un video della durata di un’ora.

Il trio romano dei Primitive Field e’ composto da Ivan Macera (batteria e oggetti) Christian Muela (didgeridoo, effetti) e Roberto Bellatalla (contrabasso) e si muove nei territori sperimentali dell’improvvisazione elettroacustica. Gli elementi sonori che contraddistinguono il suono del gruppo sono i complessi tessuti ritmici e percussivi della batteria, la poliedrica versatilità timbrica del contrabbasso e il suono naturale ed elettronico (riverberi, delay, distorsori) del didgeridoo. Per Circuiterie il trio proporra’ una serie di improvvisazioni alternando e fondendo sapientemente suoni acustici ed elettronici.

La ricerca musicale di Gianni Trovalusci, flautista contemporaneo, si sviluppa in diversi territori espressivi come l’arte, il teatro, la danza, la poesia. E’ stato invitato nei più prestigiosi festival nazionali ed internazionali tra cui: British Film Institute, Cafè OTO, Londra, Opera di Nancy, Kettle’s Yard Cambridge; Fondazione Scelsi Roma, Orchestra dell’Opera delle Fiandre, Ars Electronica; Festival di Nuova Consonanza Roma; Musica Verticale Galleria Nazionale di Arte Moderna Roma, Deutsche Akademie, Villa Massimo Roma, rassegna Notturno Etrusco Villa Giulia, Accademia Americana Roma. Per Circuitazioni il 3 maggio interpreterà "I binari del tempo", composizione per flauto e supporto digitale del compositore e musicista Nicola Sani.

Olbos (Riccardo Ancona) studia al Centro per la Ricerca e l’Elaborazione Audiovisiva di Frosinone, appassionato di improvvisazione musicale algoritmica, negli ultimi anni indaga il rapporto tra musiche orali, paesaggio sonoro e linguaggio elettroacustico, con particolare attenzione alle isole di sopravvivenza delle culture pre-urbane. Presentera’ ‘Chimbu', un live set ispirato ai conflitti tribali in atto in Papua Nuova Guinea.

Cris X (Cristiano Luciani) / Julie Costa presentano: “DMT Symphony” - composizione Audio e Video - 10’ colore e B/N. Cristiano Luciani (musicista) e Julie Costa (videomaker) collaborano ad un’opera audio-video chiamata ‘DMT Symphony’ ispirata dalle teorie della Psicologia Transpersonale di Stanislav Grof, il libro Tibetano dei Morti (Bardo Thodol) e dalle diverse pratiche sciamaniche e psichedeliche delle culture primitive del Sud America. Cristiano Luciani (aka Cris X) e’ pittore, compositore elettronico e batterista. Attivo fin dai primi anni 2000 con il gruppo di improvvisazione Lendormin e successivamente con il progetto Cris X. Ha suonato in diversi contesti (gallerie d’arte, musei, locali e festival) in Europa, Russia, Inghilterra e Asia (Cina, Giappone). Ha collaborato e suonato con diversi musicisti tra cui: Merzbow/Masami Akita, KK Null/Kazuyuki Kishino, MB/Maurizio Bianchi, Hiroshi Hasegawa (Astro), Keiko Higuchi, Sachiko, Michiko Hirayama, Hamayoko/Yoko Higashi, Gene Coleman, Eugene Chadbourne, Torturing Nurse. Julie Scheen Costa, artista grafica italo-olandese. Dopo il liceo artistico ha studiato video design allo IED. Ha partecipato con successo a vari contest internazionali di video arte. Attualmente lavora in una azienda di video grafica.

La compagnia Dellust e’ un progetto artistico di Lorenzo Lustri e Claudia Dell’Era. Il duo sviluppa la sua ricerca estetica attraverso la performance, la poesia, l’ideazione e la costruzione di oggetti sonori e di scenografie teatrali. Nelle loro opere e’ ricorrente l’utilizzo di alcuni elementi umani e oggettuali in un susseguirsi di eventi estemporanei al contempo naturali ed artificiali. Le tematiche affrontate sono quelle dello scorrere del tempo, dell’infanzia (nella quale sono ricorrenti alcuni oggetti simbolici: il carillon, il pinocchio di legno) e delle ossessioni. Nel testo di presentazione della loro opera“Titanic cafè” (performance ed installazione sonora) scrivono: “Sentire il tempo in ogni momento. Avere la percezione dell'incombenza della circolarità. Avvertire la linearità temporale illusoria. Essere consapevoli della prigione del tempo. La morte non e’ la fine della vita poiche’ l'Io è liquido”.


BOB OSTERTAG - https://bobostertag.wordpress.com/
THOMAS KÖNER - http://thomaskoner.com/
PRIMITIVE FIELD - https://primitivefield.bandcamp.com/
GIANNI TROVALUSCI
OLBOS - https://olbos.bandcamp.com/
CRIS X - https://crisx.bandcamp.com/
DELLUST

bob ostertag
Bob Ostertag

Thomas Köner photocredit Ivana Neimarevic
Thomas Köner

primitive field
Primitive Field

Gianni Trovalusci
Gianni Trovalusci

olbos

Olbos






work with us

reserved area


BOOKING
Roster...
Salva
logofooter
CIRCUITERIE
Collettivo artistico
multidisciplinare

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
00176 - Roma

 
social1 social2 social3
social4 social5 social6

Newsletter